• Avv. Andrea Guidi

Fermiamo i cassonetti assassini, per favore

Articolo pubblicato su LinkedIn https://www.linkedin.com/pulse/fermiamo-i-cassonetti-assassini-per-favore-andrea-guidi/




Ieri, in un paesino della Bassa Bergamasca, un bambino di 10 anni, di origini ivoriane, è morto soffocato, schiacciato dal coperchio a rullo di un cassonetto per la raccolta dei vestiti usati. Si chiamava Karim Bamba.


Non è il primo incidente del genere:

- nel 2004 una ragazza nomade di 15 anni è morta a Milano, trovata all'interno di un cassonetto dello stesso tipo. Si chiamava Maria https://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2004/12_Dicembre/13/nomade.shtml


- nel 2006 un immigrato romeno di 27 anni è morto nelle stesse circostanze a Senago https://www.repubblica.it/2006/05/sezioni/cronaca/ucciso-cassonetto/ucciso-cassonetto/ucciso-cassonetto.html


- nel 2007 è toccato ad un'altro immigrato dell'est, a Prato https://www.toscanaoggi.it/Italia/PRATO-IMMIGRATO-MUORE-SOFFOCATO-IN-CASSONETTO-ABITI-USATI


- nel 2012 un immigrato marocchino è stato salvato in extremis dal parroco di una chiesa di Carmignano di Brenta http://www.padovaoggi.it/cronaca/incastrato-cassonetto-caritas-salvato-dal-prete.html


Non vorrei annoiare, ma i casi sono tanti: Yonut Petrica Bostanaru è morto così, a Como, nel 2005 e, nello stesso anno, a Milano, è morta Saban Ghiulfan, aveva 25 anni, la ragazza era così magra che, dai soccorritori, era stata scambiata per una bambina https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2005/01/23/como-giovane-muore-soffocato-nel-cassonetto-degli.html


Sarebbe ora di porre fine a questa STRAGE. Le associazioni, benefiche o meno, che istallano questi CASSONETTI-TRAPPOLA devono ritirali o sostituirli, subito.


Le Autorità competenti (Comuni, Procure, INAIL, ASL, Vigili del Fuoco, Forze di Polizia) dovrebbero farsi carico del problema con un'azione preventiva sul piano nazionale e non limitarsi ad indagare sul singolo caso locale.


Segnalo la questione ai colleghi ed agli amici presenti su LinkedIn per dare il via, se lo vorranno, ad un'azione collettiva di sensibilizzazione. Grazie